<<
tutti gli eventi sono stati importanti, ma quelli che ho preferito e che ci hanno dato più soddisfazioni sono stati quelli in cui abbiamo coinvolto anche le aziende
>>

Fondatore

Abramo Prandi

L'Associazione Cuochi Trentini nasce ad Arco il 17 novembre del 1975 come Associazione Cuochi Alto Garda e Ledro per mano dello Chef Cav. Abramo Prandi. Dopo i primi tre anni, si contavano oltre 300 associati e dopo qualche anno l’associazione si allargava a livello provinciale. Alla guida dell’associazione si sono susseguiti i Presidenti: Abramo Prandi, Enio Tonelli, Aldo Tiboni e Bruno Stofella. Nel corso degli anni sono state realizzate numerose manifestazioni grazie alla collaborazione di molte aziende alberghiere e ristoratrici dell’area di Trento e del Basso Sarca.
Momenti di partecipazione importante sono stati anche i corsi di aggiornamento, soprattutto quelli svolti in collaborazione con gli Istituti alberghieri di tutta la provincia. Due gli obiettivi che si perseguivano: il primo, l’aggiornamento vero, ed il secondo, quello di far conoscere l’Associazione agli allievi e la nostra disponibilità ad aiutarli nell’inserimento nel mondo del lavoro.

<<
sono stato aiutato dagli amici e da molti altri, ed insieme abbiamo creato un gruppo di lavoro per crescere e farci crescere professionalmente, il merito è anche dei presidenti che si sono succeduti alla guida condividendo progetti e spirito associativo
>>

Fondatore

Abramo Prandi

L’Associazione oggi Dal 2011 l’Associazione Cuochi Trentini è guidata da Stefano Goller. Sono state molte le novità introdotte dettate dall’impegno nel portare avanti un ampio progetto di riqualificazione della categoria, finalizzato a rivendicare un ruolo e una professione che rivestono enorme importanza all’interno dell’offerta turistico-gastronomica provinciale.
L'Associazione è molto attiva e collabora con molte aziende e in molti eventi importanti, siamo presenti in fiere del settore , negli anni abbiamo proposto moltissimi corsi di formazione.
Il 21 ottobre 2014, dopo molte riunioni interlocutorie che hanno evidenziato quanto l’ambito federativo nazionale non rispondesse più alle istanze dell’associazione, è stata indetta un’assemblea straordinaria, nella quale è stata messa ai voti la possibilità di sospendere l'adesione alla Federazione Italiana Cuochi. Il voto finale è stato unanime e a favore dell’autonomia. Dal 2015, quindi, l’Associazione Cuochi Trentini è più affiliata alla F.I.C.